Dr.ssa Teresa Zucchi

Chi sono

Medico Psichiatra, Psicoterapeuta.
Titolare e responsabile dello studio ambulatoriale multidisciplinare per la psicoterapia e il trattamento dei disturbi emotivi e comportamentali e del disagio adolescenziale.
In questo ambito effettua:

    • valutazione della problematica
    • impostazione del percorso terapeutico
    • successivo monitoraggio
    • coordinamento dell’equipe con supervisione e cura della formazione.

Specializzata nel trattamento dei Disturbi del comportamento alimentare, ha svolto dal 1994 al 2000 attività clinica e di ricerca presso gli ambulatori dei disturbi del comportamento alimentare e obesità della sezione di malattie del metabolismo e diabetologia del Dipartimento di Fisiopatologia Clinica e presso la Clinica Psichiatrica dell’Università di Firenze.

Dal 2002 ad oggi consulente e referente psichiatra per il trattamento di pazienti con Binge Eating Disorder e Alimentazione Emotiva presso il Compartimento dei Disturbi Alimentari, Casa di Cura Villa dei Pini, Firenze.

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1996 con la tesi “Ciclo mestruale e comportamento alimentare: confronto in una popolazione di pazienti obese e gruppo di controllo“, votazione di 110 e lode/110, specializzata nel 2000 in psichiatria con la tesi “Epidemiologia dei disturbi del comportamento alimentare: uno studio di popolazione” con votazione 70 e lode/70, si è specializzata con il massimo dei voti in psicoterapia cognitiva.

Ha successivamente effettuato corsi di formazione (1° e 2° livello di Psicoterapia sensomotoria, 1° e 2° livello EMDR – Eye Movement Desensitization and Reprocessing  elementi di Terapia dialettico-comportamentale, Terapia metacognitiva dei disturbi di personalità) che permettono delicati interventi sui disturbi traumatici e di attaccamento.

Autrice di articoli su riviste nazionali ed internazionali, ha redatto una rubrica online sul quotidiano Notizie di Prato dal titolo “I nostri ragazzi e dintorni” che tratta di tematiche inerenti la fase adolescenziale.

Ideatrice di “Ricomincio da te”, progetto educativo finalizzato allo sviluppo delle abilità empatiche promosso dall’Assessorato all’Istruzione del Comune di Prato, ha effettuato ed effettua interventi psico-educazionali e interattivi rivolti a docenti, genitori, studenti di scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Vicepresidente dell’Associazione di Promozione Sociale Familiar-mente di Prato, a sostegno della famiglia e della centralità della funzione educativa, è docente in progetti formativi per giovani e adulti.

Di cosa mi occupo

Studio 1

Lo studio affronta l’individuazione e la gestione delle differenti modalità di espressione del disagio psicologico, disponendo di un’equipe specializzata nel trattamento delle varie aree.

Gestisce ed integra i percorsi diagnostico-terapeutici suggerendo linee guida comprensibili al paziente e alla famiglia.

A ciò si aggiungono spunti innovativi come l’applicazione di tecniche specifiche per l’elaborazione dei vissuti traumatici  (Terapia sensomotoria ed EMDR ) e l’utilizzo di percorsi di Life Coaching finalizzati all’autorealizzazione dopo la risoluzione del disagio.

Obiettivi dello studio:

Prevenzione, diagnosi e cura di

  • Disturbi d’ansia (disturbo d’ansia generalizzato, disturbo da attacchi di panico, disturbo ossessivo compulsivo, fobia sociale)
  • Disturbi dell’umore (depressione, disturbo bipolare)
  • Disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, disturbo da alimentazione incontrollata)
  • Disturbi psicosomatici
  • Disturbi di personalità
  • Disturbi da discontrollo degli impulsi

Individuazione e gestione di problematiche personali e interpersonali

che potrebbero avere un ruolo nell’espressione clinica di tali disturbi o nell’insorgenza di forme di disagio meno clinicamente definite,come per esempio una scarsa autostima, insicurezza, ridotta auto-efficacia, perfezionismo, mancanza di assertività.

In quest’ottica alcune fasi della vita (adolescenza, menopausa, senilità) e particolari circostanze (lutti, separazioni, malattie, modificazioni del nucleo familiare, pensionamento) possono rivelarsi particolarmente a rischio richiedendo un adattamento psicologico non sempre facile da raggiungere.

Vengono quindi proposti percorsi finalizzati all’acquisizione di abilità necessarie per superare la sofferenza correlata la periodo critico e per fronteggiare difficoltà interpersonali (affetti, lavoro, famiglia)

In quest’ambito una particolare attenzione è rivolta alla DIPENDENZA AFFETTIVA che imprigionando la persona in una serie di meccanismi di auto-mantenimento può compromettere la qualità di vita e minare gravemente la fiducia e la sicurezza personale.

Sono quindi previsti i cosiddetti PERCORSI AFFETTIVITA’ per aiutare ad uscire dalla rete della dipendenza, ritrovare se stessi e la serenità perduta.

Gestione di problematiche inerenti la FASE ADOLESCENZIALE con interventi per:

  • studio_2la disregolazione emotiva ed adozione di atteggiamenti oppositivi, provocatori o chiusura relazionale
  • Ansia prestazionale e fobia scolare
  • ritiro sociale
  • supporto genitoriale: al fine di individuare le criticità nelle dinamiche con il figlio/a e sviluppare piani di azione e risorse da applicare nel contesto relazionale